Riaprono le frontiere in Grecia

Ricevo da Marina D-Marin Gouvia [gouvia@newsletter.d-marin.com]  le news con le nuove disposizioni per l’entrata in Grecia valide dal 15 maggio 2021.

Di seguito trovate la loro traduzione in Italiano: se volete  potete  collegarvi direttamente al sito  Protocol for Arrivals in and Departures from Greece – travel.gov.gr per trovare l’originale.

Caro viaggiatore,

Ti diamo il benvenuto in Grecia e speriamo che tu possa godere di una meravigliosa e indimenticabile esperienza di vacanza.

A nome del governo greco e del ministero greco del turismo, vorremmo informarti che abbiamo fatto tutto quanto in nostro potere per assicurarci che tu stia al sicuro durante il tuo soggiorno in Grecia. La tua salute è la nostra priorità assoluta.

Il 14 maggio, la Grecia ha aperto i suoi confini in modo sicuro e raggiungibile.

Nei paragrafi seguenti, forniamo una guida passo passo su come prepararsi prima di partire per la Grecia a partire dal 14 maggio.

 

Queste linee guida sono in atto per garantire la protezione della tua salute, nonché della salute dei tuoi cari e di tutti coloro che sono coinvolti nell’offrirti un’esperienza di ospitalità sicura: 

  • A partire dal 14 maggio, i viaggiatori che arrivano in Grecia devono avere un certificato PCR negativo da un laboratorio di analisi, per un test Covid-19 effettuato entro e non oltre 72 ore prima dell’arrivo.
    • Questo test è obbligatorio per tutti i turisti (compresi i bambini di età superiore ai 5 anni), indipendentemente dalla situazione epidemiologica nel paese di partenza. 
  • La prova di un test negativo non è richiesta tuttavia per tutti i viaggiatori che hanno completato la vaccinazione (cioè sono trascorsi 14 giorni dall’ultima vaccinazione, a seconda delle dosi richieste) e sono in possesso di un certificato di vaccinazione. 
  • I vaccini accettabili sono: Pfizer BioNtech, Moderna, Astra Zeneca / Oxford, Novavax, Johnson + Johnson / Janssen, Sinovac Biotech, Gamaleya (Sputnik), Cansino Biologics, Sinopharm. 
  • La prova di un test negativo non è richiesta se il viaggiatore si è ripreso da COVID negli ultimi 9 mesi. Ciò può essere dimostrato attraverso un certificato di recupero rilasciato da un’autorità pubblica o da un laboratorio certificato. Un’altra opzione è un certificato di risultato positivo del test molecolare PCR, che conferma che il titolare si è ripreso dall’infezione da virus SARS-CoV-2, eseguita almeno 2 mesi prima dell’arrivo e non oltre 9 mesi prima dell’arrivo. 
  • Ogni viaggiatore che arriva in Grecia, indipendentemente dal certificato in suo possesso, può sottoporsi a uno screening sanitario casuale. Se sei selezionato, tieni presente che lo screening è obbligatorio. In caso di rifiuto, le autorità si riservano il diritto di rifiutare l’ingresso nel paese. La selezione avviene attraverso un sistema di campionamento mirato “EVA” utilizzato anche nell’estate 2020. 
  • Chiarimento importante: l’ingresso di turisti in Grecia non è soggetto a vaccinazione. Presentare un certificato di vaccinazione facilita notevolmente le procedure all’arrivo. Tuttavia, in nessun caso un certificato di vaccinazione o di anticorpi è considerato un “passaporto”. 
  • I paesi dai quali è consentito l’ingresso, alle suddette condizioni, senza l’obbligo di successivo autoisolamento sono: paesi UE e Area Schengen, USA, UK, Israele, Serbia, EAU, Nuova Zelanda, Australia, Corea del Sud, Thailandia, Ruanda, Singapore, Federazione Russa, Macedonia del Nord, Canada, Bielorussia, Bahrein, Qatar, Cina, Kuwait, Ucraina e Arabia Saudita.
  • Si consiglia vivamente ai cittadini non UE di scegliere voli diretti per la Grecia. In ogni altro caso, i viaggiatori dovrebbero attenersi ai requisiti del paese di scalo. 

I passeggeri possono entrare nel paese attraverso tutti gli aeroporti internazionali e i porti di Patrasso, Igoumenitsa e Corfù.

I viaggiatori possono entrare dai confini terrestri attraverso i cancelli di ingresso di Promachonas e Ormenio in 24 ore ed Evzonoi dalle 07:00 alle 23:00.

È consentito navigare e navigare in barca a vela. I collegamenti marittimi con l’Albania e la Turchia sono temporaneamente limitati.

 

REQUISITI PER I VISITATORI

Prima dell’arrivo:

– I turisti devono compilare il modulo di localizzazione dei passeggeri (PLF) entro e non oltre le 23:59 (23:59) del giorno prima dell’arrivo in Grecia. Per maggiori informazioni, clicca qui. 

Protocol for Arrivals in and Departures from Greece – travel.gov.gr

Passenger Locator Form (PLF)

Inizio modulo

Login

Email​

Password

Prima della partenza, tutti i viaggiatori devono assicurarsi di portare con sé una forma accettabile di certificazione delle proprie condizioni di salute. I documenti accettabili includono: 

  1. Un risultato del test molecolare PCR negativo da un laboratorio; il test deve essere sostenuto fino a 72 ore prima dell’ingresso.
  2. Un certificato di vaccinazione rilasciato da un’autorità certificata.
  3. Un certificato di recupero dall’infezione da virus SARS-CoV-2 rilasciato da un’autorità pubblica o da un laboratorio certificato.
  4. Un certificato di risultato positivo del test molecolare PCR, che conferma che il titolare si è ripreso dall’infezione da virus SARS-CoV-2, eseguito almeno 2 mesi prima dell’arrivo e non oltre 9 mesi prima dell’arrivo. 

Tutti i certificati devono includere le informazioni critiche (cioè il numero di dosi e le rispettive date) in inglese, tedesco, francese, italiano, spagnolo, russo e il nome completo della persona deve corrispondere al nome sul passaporto o qualsiasi altro documento di viaggio riconosciuto. 

All’arrivo: 

I viaggiatori che arrivano in Grecia sono soggetti a: 

  • Campionamento Test antigene RAPID alle porte di ingresso per soggetti selezionati tratti da un sistema di campionamento mirato, basato sul sistema “EVA”. 
  • Isolamento obbligatorio se risultano positivi per SARS-Cov-2, a seguito di un test di campionamento. In questo caso, i viaggiatori ed i loro compagni di viaggio sono alloggiati in hotel di quarantena, dove saranno sottoposti a ulteriori test PCR per confermare la diagnosi iniziale. Gli ospiti soggiorneranno in hotel appartati per almeno 10 giorni. Le spese di alloggio negli hotel di quarantena sono coperte dallo Stato greco. 

Il rispetto dei protocolli sanitari durante il trasporto e durante l’intero soggiorno in Grecia è il fattore chiave che consentirà a tutti noi di stare al sicuro e tornare alla normalità.

Apprezziamo la tua comprensione e ci scusiamo in anticipo per qualsiasi ulteriore inconveniente.

Vi porgiamo un caloroso ringraziamento per la collaborazione e per aver scelto il nostro paese per le vostre vacanze.

Non vediamo l’ora di darti il ​​benvenuto in Grecia.

 

 

Lascia un commento