6 agosto 2020, traversata da Marina di Ragusa a Zante: le previsioni sono……. previsioni….. mai fidars

Le previsioni  del tempo che seguivo da parecchi giorni si erano stabilizzate, avremmo dovuto trovate un NW sostenuto all’inizio, calma di vento il secondo giorno e ancora NNW all’arrivo…..e così è stato, o quasi…. Si, perché le previsioni sono …previsioni, come dice l’amico Giancarlo , e la prima  notte, verso mattina, Paolo di guardia, all’improvviso è arrivato un “groppo”  : tu sei li, con i tuoi pensieri, la barca va, non ci sono segnali evidenti a parte il vento che aumenta, tutto buio attorno, il crepuscolo che lontano a prua ti rapisce e ti imbambola, e di colpo, improvvisamente, ti arrivano  da poppa  50 nodi, la randa prende tutto il vento, il pilota automatico non tiene più la rotta ,  una bomba d’acqua si rovescia in coperta………; stavo dormendo e mi ritrovo anch’io di colpo schiacciato sulla paratia della cuccetta,  con fatica metto la testa fuori dal tambuccio, capisco il da farsi e……. lasca,  lasca tutto, metti in folle, non c’è più tempo di prendere i terzarli, lasciamo che passi….non ci sono problemi……

E così dopo poco ci troviamo la barca completamente pulita, come fosse stata passata con l’idropulitrice, e noi tutti bagnati perché non c’è stato neppure il tempo di mettere le cerate; approfittiamo di un momento di tregua per prendere due mani di terzaroli, e riprendiamo…. da dove? Ma da dove eravamo….rotta 88°, dritti su Zante.  …

Paolo scende a cambiarsi, io rimango al timone, apro anche lo yankee, e riprendiamo a filare a quasi 7 nodi, con un’aria fresca e nuvoloni attorno che ci avrebbero poi accompagnato per quasi tutta la giornata; quando risale mi fa vedere le mani: <<vedi, mi dice, quando è successo tremavano come foglie, non avevo paura, pensavo alla barca….non  mi era mai capitato……..ma la prossima volta……. Non mi farò sorprendere……>>  ecco cosa significa navigare, non si finisce mai di fare esperienza, perché il mare è un elemento della natura mai uguale a se stesso, sempre vivo, dolce e burbero, ammaliatore e castigatore, forse imprevedibile, ma solo fino ad un certo punto…… soprattutto da non sottovalutare, e per questo bisogna conoscere la propria barca…… e spero di conoscere abbastanza bene la mia ….fidanzata.

 

Lascia un commento