ECUADOR – Isla la Plata di Giovanni Testa

Aggiornamento al Notiziario RTM, sezione Pacifico

ECUADOR – Isla la Plata
(01°16’.05S – 81°03’.51W)

Ci siamo arrivati al tramonto. Nessun problema nell’avvicinamento, né per l’ancoraggio. Il ridosso è ampio. La direzione è quella verso la casetta del Parque Nacional Machalilla (www.machalillanationalpark.com). Trovata la profondità giusta, per noi sui 12 m, l’ancora trova un buon fondale di sabbia e alghe. Non resta che godersi lo spettacolo: mai viste tante tartarughe sguazzare tranquille sotto la barca. Miglia di uccelli ricercano i loro nidi, piccoli pescherecci si ridossano per la notte. E che stellata!
La sosta può tornare comoda lungo la rotta verso Puerto Lucia Yacht Club, a Salinas, 55 miglia. Al marina (acqua, corrente e gasolio) abbiamo trovato posto per una decina di giorni, anche se è soggetto a una discreta e fastidiosa risacca. Presso l’ufficio è possibile informarsi sulle procedure d’entrata in vigore e ottenere il supporto, di fatto obbligatorio, di un agente locale al quale domandare in anticipo un dettaglio scritto dei costi di ciascun documento. La burocrazia ecuadoregna è molto complicata e costosa.
Dopodiché sarete liberi per un bel giro verso l’interno, Quito, Ingapirga, ecc. o persino verso il Perù.
Per un indispensabile aggiornamento: www.noonsite.com/Countries/Ecuador
(anche per un arrivo diretto alle Galapagos) www.puertolucia.com.ec/

 

Isla da plata
Questo ancoraggio è contenuto nel portolano scritto da Giovanni “Pacifico per due. Racconti dai Mari del Sud”.

Lascia un commento