mercoledì, Luglio 24, 2024

Tragico epilogo, ma non disastroso…

GOLDEN GLOBE RACE:


 Ian Herbert Jones

Non so se avete letto l’avventuroso ma sventurato epilogo della regata di Jan Herbert Jones con il suo Puffin di 35 piedi… lo seguo da alcuni giorni, assieme alla volata finale che vede interessati la Kirsten e Abhilash, e la distanza che li separava prima del naufragio del Puffin, i primi in “vista” delle Azzorre, l’ultimo a  4500 miglia, al largo delle Falkland, …erano i tre velisti su 14 rimasti in gara nella regata. Agli amici di RTM propongo la traduzione che ho fatto del tragico evento e del comunque fortunato epilogo per il velista, che è stato recuperato dal il peschereccio taiwanese ZI DA WANG.
Il calce vedete la posizione del gruppetto di testa e quella dl Puffin  nell’Atlantico del Sud.

SALVATO, al sicuro a bordo della F/V Zi Da Wang contrassegnata da Taiwan

il comitato di regata della GGR  è stato informato dal SAR Puerto Belgrano che Ian era sullo ZI DA WANG, contuso, tagliato, graffiato, ancora affetto dal suo infortunio alla schiena, ma al sicuro!

  • La prima nave sulla scena è stata la F/V ZI DA WANG alle 1830 UTC
  • il Trasferimento di Ian Herbert Jones da S/V Puffin a F/V ZI DA WANG con successo con 25k vento e 4mtr mare. Ora diretto a Città del Capo.
  • GGR desidera ringraziare MRCC Argentina, SAR Puerto Belgrano, MRCC Taiwan per il coordinamento del salvataggio di Ian e l’armatore taiwanese per aver indirizzato 3 delle loro navi alla posizione di Puffin.

F/V ZI DA WANG

Erano le 1740 UTC quando Ian Herbert Jones vide per la prima volta il peschereccio taiwanese ZI DA WANG arrivare dal nord. 26 ore prima, lo skipper dello Shropshire che chiudeva la flotta GGR nell’Atlantico meridionale non era stato in grado di stabilire un contatto tramite telefono satellitare. Ha scelto di far partire il suo EPIRB per assicurarsi che la catena di Ricerca e Soccorso della sua zona -NAVAREA 6- sapesse dove si trovava e che stava affrontando una brutta situazione.

Ian era già stato in condizioni meteorologiche avverse per un giorno intero, ma non è stato in grado di schierare la sua ancora galleggiante poiché il vento si è intensificato, e questo  rendeva difficile mantenere il Puffin con la poppa tra le onde ed evitare di essere sballottati dal mare in tempesta.

La condizione divenne presto opprimente poiché la barca non poteva essere tenuta direttamente sottovento. Due ore dopo, con un vento da SW di 55 nodi, raffiche di 75 nodi e mare di 8 metri, Ian sollevò manualmente la copertura di sicurezza del suo dispositivo di tracciamento satellitare e SMS YB3 e premette il pulsante di allarme di soccorso. Questo è un protocollo di soccorso GGR riconosciuto per tutti i partecipanti, suggerendo che sia successo qualcosa di più grave.

In effetti, alle 1930 UTC Puffin era stato ribaltato e disalberato, e il suo skipper si era ferito alla schiena e alla testa durante il calvario. Ha cercato di uscire e tagliare l’attrezzatura per evitare che l’albero aprisse un buco nello scafo, ma le condizioni erano troppo disastrose per finire il lavoro. Quindi è entrato, ha risolto l’ingresso di acqua attraverso un portello della cabina e ha proceduto a pompare l’acqua prima di riposare.

Nel frattempo il GGR Crisis Management Team aveva preso contatto con il MRCC Argentina e successivamente con il SAR Puerto Belgrano per coordinare i soccorsi con il traffico commerciale nelle vicinanze. Si è rivelata una sfida in condizioni estreme poiché le navi commerciali nelle vicinanze non potevano dirigersi in sicurezza verso Puffin in quel momento.

La motovedetta della pesca britannica Lilibet è stata la prima a soccorrere, prima che gli sforzi concertati della SAR argentina Puerto Belgrano e dell’MRCC Taiwan contattassero una flotta di pescherecci più vicini alla posizione di Ian in grado di raggiungerlo in modo sicuro e tempestivo.

Presto ci furono tre pescherecci in rotta verso Puffin: ZI DA WANG, FA DA CAI e YUH SHENG N°1.

Alle 1815 UTC la ZI DA WANG arrivò per prima sul sito di soccorso e si posizionò a ovest di Puffin sopravvento, in modo da tagliare il vento e spianare il mare per Ian, permettendogli di manovrare a distanza ravvicinata, mentre discuteva sul VHF il modo migliore per trasferire dal Puffin il ferito alla nave di soccorso.

Alle 19:30 il GGR è stato informato dal SAR Puerto Belgrano che Ian era sullo ZI DA WANG, contuso, tagliato, graffiato, ancora affetto da un infortunio alla schiena, ma al sicuro!

Si ritiene che sia diretto a Città del Capo, in Sud Africa, dove Ian sarà sbarcato.

Puffin, ha completato una prima circumnavigazione con Istvan Köpar nel GGR 2018, ne ha quasi completata una seconda con Ian che ha completato il 79,4% del giro del mondo con una sosta nella Terra del Fuoco per riparare l’Hydrovane. Ahimè, il coraggioso Puffin, Tradewind 35, è stato un pericolo per la sicurezza e ha dovuto essere affondato prima che Ian lasciasse la sua casa negli ultimi 7 mesi per salire a bordo della ZI DA WANG.

Il GGR desidera ringraziare il SAR Puerto Belgrano in Argentina e il MRCC Taiwan per un esemplare coordinamento internazionale del salvataggio di Ian, così come l’armatore, i comandanti e l’equipaggio della F/V Zi Da Wang e della F/V Fa Da Cai e Yuh Sheng N°1. Anche MRCC UK e GRIZ NEZ France erano in standby.